corsi-creativi-quadro-decoupage-pigmenti-composizione-di-rose

IL MIO INIZIO

Il mio inizio con le arti manuali è avvenuto, come spesso accade, per caso. Non pensavo di avere particolari doti creative finchè non ho scoperto i corsi creativi. Durante il periodo della scuola superiore i miei hobby erano quelli classici dei ragazzi adolescenti: amici, cinema, libri e viaggi. Dopo il diploma, nel periodo della ricerca di un lavoro, avevo diverso tempo libero che cercavo di occupare costruttivamente. La mente era però occupata da tanti pensieri e soprattutto era impegnata a cercare di affrontare il momento del cambiamento, il momento in cui bisogna crescere e passare dalla scuola al mondo del lavoro.

UN INCONTRO FORTUNATO

Un giorno, camminando tra le vetrine di un piccolo centro commerciale di paese, ho colto un guizzo che mi ha fatto fermare. Ho scoperto, così, un bellissimo negozio che vendeva materiale per hobbistica e fai da te e organizzava corsi creativi. I colori, quelli hanno attirato la mia attenzione. Oltre al materiale sfuso, erano infatti esposti anche gli oggetti che si sarebbero potuti realizzare con fantasia, buon gusto e la giusta tecnica. Entrai, e conobbi così Lisa, la titolale, assieme alla sorella Antonella. Due donne in gamba, professionali, competenti, ma soprattutto accoglienti. Mi hanno fatta sentire a mio agio fin dal primo momento, senza nemmeno conoscermi. Scoprì così, che non serviva essere un Picasso in erba per avvicinarsi al mondo creativo. Bastava seguire i corsi creativi giusti (con l’insegnante giusta, aggiungo io), provare, fare pratica, e metterci un ingrediente fondamentale: la passione.

CORSI CREATIVI: DALLA PRATICA ALLA TEORIA

Decisi di mettermi alla prova per capire se potevo essere portata per le attività manuali così m’iscrissi al mio primo corso creativo. L’attitudine è importante, ma va coltivata per farla emergere. L’inizio è stato allo stesso tempo, incoraggiante e un po’ avvilente. Incoraggiante perchè nonostante la totale mancanza di esperienza sono uscita dal primo corso con in mano un oggetto creato da me. Un po’ avvilente perchè, nonostante l’impegno, il risultato non era perfetto come avrei voluto. Non si può imparare una tecnica dall’oggi al domani, ma la pazienza non era di certo una delle mie qualità migliori. Grazie però all’incoraggiamento del mio compagno (che poi sarebbe diventato mio marito) e al supporto della splendida insegnante Lisa, non ho mollato e ho continuato nonostante l’inizio mediocre.

Da quel momento ho continuato ad imparare. Frequentavo assiduamente i corsi creativi, e facevo molta pratica anche a casa. Come nello sport, l’allenamento è importante, tenere quindi le mani ben allenate è fondamentale. La curiosità mi ha poi portato a voler approfondire diversi argomenti ed è stato quasi naturale il passaggio dalla pratica alla teoria. Ci sono libri e manuali per quasi tutte le tecniche e le riviste di settore danno parecchi spunti, ma non solo, ti tengono aggiornato sulle nuove tendenze. Un po’ come nel settore della moda, anche nel design e nel fai da te ci sono le tendenze del momento che influenzano i colori, le texture, i materiali. Oggi, poi, la tecnologia viene in nostro aiuto e possiamo trovare in rete tante informazioni, idee e tutorial. Seguire i canali social delle varie aziende del settore è fondamentale, sia per restare aggiornati, ma anche per scambiare idee e consigli con gli altri creativi. Mi piace molto seguire e informarmi anche su quello che è il design d’interni. Creando oggetti per la casa e piccoli complementi d’arredo è fondamentale seguire i trend del settore.

CORSI CREATIVI: IL DÈCOUPAGE

Quando ho iniziato, circa una ventina di anni fa, una tecnica decorativa molto diffusa era quella del Dècoupage. Consiste nel ritagliare delle immagini stampate su diversi tipi di carta e tovaglioli e incollarle su oggetti precedentemente dipinti. Fondamentale è studiare l’oggetto e la posizione delle immagini per creare una composizione artistica armonica. Anche la decorazione di base deve adattarsi al soggetto che abbiamo scelto per valorizzarlo. Vasi, vassoi, tegole, piatti, qualsiasi oggetto si presta alla decorazione in dècoupage. Questa tecnica può essere applicata su ogni tipo di materiale: vetro, ceramica, legno, metallo, cartone. Fondamentale è però la preparazione del fondo con i giusti prodotti, specifici per ogni materiale. Ogni materiale va trattato con il proprio primer, cioè un prodotto di base che deve essere applicato prima di procedere con la decorazione successiva. Per esempio, per il legno, che è un materiale poroso, cioè assorbente, si utilizza il fondo gesso che serve a chiudere i pori e quindi permette una corretta adesione del colore senza che questo venga assorbito.

Questa tecnica permette di far avvicinare all’arte della decorazione anche chi non è particolarmente abile nella pittura. Infatti, le carte decorate, quelle di buona qualità, hanno una tale cura dei dettagli e un’ottima risoluzione di stampa che sembrano dipinte a mano. Ed è proprio da qui che il mio percorso è iniziato.

CORSI CREATIVI: TROVARE LA PROPRIA ISPIRAZIONE

Il negozio proponeva un calendario di corsi creativi molto vario, infatti si spaziava in diversi ambiti, dal dècoupage alla pittura, dal cucito creativo al biedermeier. Progetti specifici dedicati ad ogni stagione: coniglietti e uova pasquali, folletti di primavera, angeli e ghirlande natalizie.

Ho dovuto, ma soprattutto voluto, imparare diverse tecniche, per capire quali rientrassero di più nelle mie corde. Di sicuro l’uso di pennelli e colori era una delle mie attività preferite. Ho trovato molto liberatorio dedicarmi alla pittura, astratta per lo più. Infatti è con l’astrattismo che riesco ad esprimermi al meglio ed a sperimentare con forme e colori. Il colore infatti è un tratto fondamentale delle mie opere, non ne posso quasi fare a meno.

La mia storia dimostra che una vena creativa è nascosta in ognuno di noi, e non è poi così difficile farla emergere. È importante, a mio avviso, darsi una possibilità e il modo migliore per farlo è mettere le mani in pasta. Come? Trovando il corso creativo che più ci appassiona e buttandosi a capofitto, senza paura di sbagliare, perchè l’arte è soggettiva, non esiste il bello o il brutto, esiste ciò che piace o che non piace. L’arte, in tutte le sue forme, è un mezzo per dare voce alle proprie emozioni.

Grazie a tutti i corsi che ho frequentato sono riuscita a capire cosa ero in grado di fare, cosa mi piaceva fare, cosa volevo approfondire e cosa proprio non mi riusciva.

Nel mio laboratorio organizzo corsi creativi, per dare modo a chiunque di avvicinarsi al fai da te, alla decorazione, ma soprattutto per permettere alle persone di trovare del tempo per loro, di trovare uno spazio di svago e relax nella vita frenetica di tutti i giorni. Se volete curiosare un po’, visitate la pagina dedicata!

La creatività è l’intelligenza che si diverte (A. Einstein)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.